Saxofono e Musica Elettronica

Pubblicato in : News

Oggi, in Italia come nel resto del mondo, si assiste a un cammino proficuo della musica elettronica, che si fonde nelle più disparate maniere con uno o più strumenti. Proprio su questo cammino, dalle grandi potenzialità solo parzialmente esplorate, si innestano i progetti di Riccardo Guazzini e del compositore Alessandro Ratoci.

Riccardo e Alessandro si conoscono nel 2001, quando il primo al sassofono, il secondo al pianoforte, eseguono alcuni dei brani finalisti ai concorsi di composizione Rosolino Toscano a Pescara e Castello di Belveglio ad Asti.

Da allora Riccardo e Alessandro hanno collaborato in diverse occasioni, durante le quali si sono resi conto non solo di essere accomunati dalla stessa voglia di ricerca e sperimentazione, ma anche dal medesimo atteggiamento meticoloso e curioso nell’affrontare il proprio lavoro. Ora che i loro cammini, ognuno nelle rispettive attività musicali, sono ben proseguiti, hanno deciso di progettare una collaborazione stabile.

Nell’edizione del 2012 del festival di musica contemporanea “Archipel” a Ginevra, la collaborazione tra Riccardo e Alessandro ha portato alla nascita di un brano per sax baritono e musica elettronica, che ha riscosso grande successo da parte della critica del festival.
L’esperienza di quel brano è stata determinante per i due artisti, che hanno iniziato a lavorare su altri pezzi simili, non solo con sax baritono, ma anche con altri sassofoni: questo lavoro prosegue tutt’oggi e costituisce la base del progetto di sax e musica elettronica di Riccardo e Alessandro.

Tale progetto, sviluppato con i dovuti spazi e tempi, esplorerebbe nuove forme artistiche della musica elettronica attraverso la fusione tra le competenze compositive di Alessandro (oggi docente di musica elettronica e composizione al conservatorio di Losanna) e quelle sassofonistiche di Riccardo, portando alla nascita di altri brani come quello acclamato dalla critica a Ginevra.

Ovviamente, in questo progetto non è escluso il coinvolgimento di altri colleghi compositori e strumentisti.