Tuscany Sax

Pubblicato in : News

Il viaggio del Tuscany Sax inizia quando quattro artisti, già compagni di avventure in altri progetti musicali, si trovano ad esibirsi insieme per la prima volta durante l’edizione 2012 del Kilkenny Festival in Irlanda. L’inizio è dei migliori e in quell’occasione  decidono di mettere insieme le loro esperienze musicali in modo sistematico e duraturo intraprendendo un percorso che li porta ad esibirsi ottenendo apprezzamenti di pubblico e critica.

Da menzionare la partecipazione al Festival del Sassofono di Empoli organizzato dal Centro Busoni ed Empoli Jazz in occasione del bicentenario della nascita di Adolphe Sax .

Partendo dai primi brani originali per quartetto di sassofoni che si iniziano a scrivere verso la fine del XVIII° secolo, eseguono pagine importantissime del secolo scorso fino ad arrivare a brani contemporanei.

Nel loro repertorio non mancano composizioni proprie, arrangiamenti e trascrizioni di brani che vanno dal periodo rinascimentale fino ad arrivare alle sonorità del jazz, della musica afro americana, della musica latinoamericana, del funky.

Già attivi come solisti, i componenti del Tuscany Sax sono anche docenti in importanti istituzioni musicali, collaborano con vari compositori alla creazione di nuovo repertorio per il sassofono.

PROGRAMMA 1

Phil Woods
“Three improvisations for sax quartet”

Herbie Hancock
“Chameleon”

Thelonious Monk
Blue Monk

Dizzy Gillespie
“Night in Tunisia”

Charlie Parker
“Anthropology”

Lennie Niehaus
“Miniature Jazz Suite #2”

Lennie Niehaus
“Heads Up”

Dave Brubeck
“Take Five”

PROGRAMMA 2

Giorgio Mainero
” Schiarazula Marazula “

George Frideric Handel
“The Arrival of the Queen of Sheba”

Wolfgang Amadeus Mozart
Divertimento in D major, K. 136

Jean Baptiste Singelée
Premier Quatuor Op. 53

Jean Françaix
Petit quatuor

Pedro Iturralde
Suite hellenique